risma e rizla

vediamo gli altri come dei fogli

così sottili e fragili

così puliti

non crediamo possano avere una terza dimensione

sono verso di noi

e sono verso gli altri

che pensano?

di che soffrono?

vediamo i loro drammi come fogli

non li capiamo e loro come fogli

si accartocciano su loro stessi

soli

proprio come facciamo noi

nell’essere incompresi

 

(accatastati in una risma

più stopposi di una rizla)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s