Bolle (abbozzo)

La tragicità della vita umana ci si presenta in pochi brevissimi istanti. Quei momenti spalancano voragini nell’universo filosofico, ci fanno sentire soli, fragili, piccolissimi. Le nostre ossa emettono rumore e ci ricordano che siamo terreni. Abbiamo poco da fare, poco da dirci, ma facciamo molto e ci diciamo molto. Non sappiamo essere ma comunque ostentiamo, il mondo gira e noi sopravviviamo. Siamo ingranaggi che comprano il lubrificante a prezzo di mercato e chiedono al venditore di farci uno sconticino, chiudendoci in un occhiolino. La nostra vita ha il suo ciclo ed esattamente come i cicli economici presenta delle bolle. Le bolle ci mostrano che forse nulla va come dovrebbe andare, ci fa meditare il suicidio, l’omicidio e lo sterminio di massa. Ancor peggio, ci fa meditare su quanto valga davvero l’indolenza. Ma poi la bolla scoppia e un po’ strafatti d’emozioni buttiamo tutto giù mentre beviamo la nostra spremuta d’arancia da Ciampini.

Schermata 2017-01-07 alle 12.33.34.png

 

Parte 1 – San Lorenzo

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s